NOCCIOLI DI OLIVA

6-08-2022

Scrive Pontiggia: «La prosa di Savinio irradia una simpatia fragrante. Chi come lui potrebbe usare su Croce un giudizio di tanta levità inventiva: “Benedetto Croce che parla di poesia a noi fa l’effetto di un prete che parla di reggipetto”». La bordata di Savinio è ben meritata se leggiamo quello che Croce scrisse su Jacopone. E pensare che aveva un cognome così adatto a comprendere il nostro Poeta!